Via Roma, 58 – Pomigliano d’Arco (NA)

FisioVita - Noemi Russo  >  Consigli Utili   >  La GRAVIDANZA può portare INCONTINENZA URINARIA?

La GRAVIDANZA può portare INCONTINENZA URINARIA?

 

La gravidanza, insieme al parto, è uno dei fattori di rischio per l’incontinenza urinaria.

“Fattore di rischio” significa che le donne che hanno avuto gravidanze e parti hanno maggiori probabilità di essere afflitte dal sintomo incontinenza urinaria.

Tuttavia è utile ricordare che avere gravidanze e partorire non è la causa diretta di questo sintomo.  Esistono  altri fattori di rischio legati allo stile di vita della donna, come gli sforzi ripetuti (sollevamento ripetuto di pesi, ecc.), l’obesità, la tosse e gli starnuti frequenti, la stipsi e, non da ultimo, l’elasticità generale dei tessuti.

Tutti questi fattori possono contribuire all’insorgenza dell’incontinenza urinaria post partum.   E’ ovvio che una maggior componente elastica possa favorire la distensione di muscoli e legamenti durante la gravidanza e il parto, determinando quindi meno traumatismo e lesione rispetto invece a tessuti più rigidi e meno estensibili.

 

 

 

Il tipo di incontinenza caratteristico della gravidanza, e nel periodo post-partum, è la cosìdetta “incontinenza urinaria da sforzo o da stress”. Ovvero la perdita involontaria durante gli sforzi (tossire, starnutire, salire le scale, camminare, ecc.). Essa può insorgere durante la gravidanza oppure nelle settimane successive al parto; può risolversi spontaneamente nell’arco di qualche settimana, oppure permanere per mesi o per sempre.

La presenza di questo sintomo può essere indicativo di una stato alterato della funzione dell’uretra e dei muscoli del pavimento pelvico e per questo la valutazione e l’eventuale intervento terapeutico per la donna che soffre di incontinenza urinaria correlata a gravidanza e parto dovrebbe essere sempre considerato.

 

In tal senso la fisioterapia e riabilitazione del pavimento pelvico è considerata a tutti gli effetti il primo approccio terapeutico per l’incontinenza urinaria post-partum.