Via Roma, 58 – Pomigliano d’Arco (NA)

FisioVita - Noemi Russo  >  Consigli Utili   >  Distorsione di caviglia: cosa fare?

Distorsione di caviglia: cosa fare?

La distorsione di caviglia è una condizione clinica particolarmente comune in ambito sportivo e non solo, ed è causata prevalentemente da un trauma meccanico a carico del comporta legamentoso esterno o interno del piede.

 

 

Se non trattata adeguatamente, può portare a un’instabilità cronica di caviglia e predisporre a recidive.

Il paziente , in seguito all’evento traumatico, potrebbe lamentare, anche a distanza di mesi, dolore intermittente nella regione laterale delle caviglia, accentuato dal carico, e una sensazione di caviglia che “scappa via” durante la discesa delle scale e nel cammino su terreni irregolari.

La valutazione funzionale si effettua prima in piedi per valutare l’ appoggio del piede e la postura globale. Nella maggior parte dei casi, si presenta debolezza muscolare, incoordinazione motoria al test di step frontale, riduzione dei movimenti di flessione plantare e dorsale.

La scelta del miglior trattamento riabilitativo è orientata in primo luogo alla diminuzione del dolore e al recupero della funzione articolare per circa 6 sedute in due settimane, eseguendo: tecniche di trazione della tibio-tarsica, mobilizzazione dell’articolazione sottoastragalica. Successivamente si da inizio all’esecuzione di esercizi di chinesiterapia attiva per migliorare i muscoli stabilizzatori della caviglia e rinforzare i muscoli peronieri e il tricipite surale.

Una volta recuperata la funzionalità e la forza in situazioni statiche, si passa ad un lavoro per aumentare la potenzialità del paziente in situazioni dinamiche , magari in relazione al proprio sport.

In questa fase è possibile far eseguire degli esercizi applicando eventualmente un tape neuro-muscolare per aumentare la propriocezione di caviglia.

La ripresa dell’attività sportiva deve essere graduale e per prevenire ricadute è consigliato eseguire gli esercizi prima di ogni sessione di allenamento associando esercizi terapeutici graduali e continuativi a domicilio come auto trattamento.

Un programma terapeutico multimodale e ben strutturato si è dimostrato essere quello migliore per prevenire recidive, migliorare la funzione e la performance atletica dello sportivo.

Pertanto la fisioterapia rappresenta il trattamento di elezione nella maggior parte delle lesioni legamentose a carico del piede.

 

 

Per ulteriori informazioni, contattaci!